Su Sandro Briosi Introduzione agli atti del convegno "Il simbolo oggi" in "L’immaginazione riflessa" n. 1 1995

                                                                                                   Cologno Monzese 14 feb. ‘97
Caro Sandro,
                 rileggo, sulla rivista L’IMMAGINAZIONE RIFLESSA,  la tua introduzione agli atti del convegno   Il simbolo oggi del ‘94 e spulcio fra gli interventi, cercando di capire  cosa si muoveva nella cerchia dei partecipanti, perché vi partecipai, cosa inseguivo con le mie domande ai relatori e, infine, cosa  ci faccio nella tua Associazione… Orientandomi alla meglio posso simpatizzare (da tifoso culturale?) per l’”antiplatonismo” di Brioschi, afferrare alcune delle “questioni” interne (“tra fenomenologi”) o ritrovare “schieramenti” (quello  tuo e quello di Romano Luperini.. ). Ma poi sono costretto a chiedermi: l’‘interdisciplinarità’ che senso può avere per me, che sono fuori o ai margini delle discipline? […]
Mi sono riletto con più attenzione l’intervento che tu definisci “storico e poi bruciantemente attuale” di Eco. A me non pare che Eco indicasse delle vie per uscire dalla “dannazione dello scrittore contemporaneo”, di cui (permettimi la malignità…) sembra godere più che soffrire. […]
Considero davvero un brutto sintomo il fatto che, nel suo Dialogo tra il Poeta e un Facitore di Rotocalchi, quest’ultimo si veda rimbeccato per il suo bisogno di  attualizzare e politicizzare un testo letterario. E’ un’eresia? Non lo fece Eco alle origini della sua ascesa? […] E’ da ingenui e passatisti pensare che l’eccesso di simbolismo può portare all’occultamento di quello che una volta chiamavamo discorso “storico” e “sociale”? […] Non sarà il modo simbolico stesso a dover essere sottoposto a critiche più serrate? Non lo si è fatto a volte in passato? […] Mi scuserai se, per fretta e incompetenza, taglio con l’accetta.
Un abbraccio

Ennio

*Sandro Briosi (1941 – 1998) è stato ordinario di Letteratura italiana a Siena, ha insegnato nelle università di Milano, Groningen, Amsterdam, Toron­to e Montreal. Ha dedicato volumi e saggi alla letteratura italiana del primo Novecento (Vittorini, Marinetti, Serra, Svevo), alla filosofia di Sartre e a questioni di teoria letteraria (Il senso della metafora, 1985; Il simbolo e il segno, 1993). Ha fondato e diretto l’Associazione per lo studio del tema “Simbolo, conoscenza, società”. 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...