Nei dintorni di G.Majorino
2001/1

Uno come me, quando apparve la prima edizione nel 1977, riemergeva  – bastonato – dal lungo periodo di militanza politica extraparlamentare. Si ritrovava nuovamente isolato. Faceva bilanci. Tentava di riprendere passioni giovanili (poesia, pittura) abbandonate o curate dal ’68 in poi solo in sordina.

I due libretti della Savelli con la loro copertina fumettistica furono un vademecum prezioso per tornare a occuparmi di testi, di poeti e movimenti letterari. La cornice storico-politica dichiaratamente marxista e l’esplicita destinazione (“si può tranquillamente definire proletario il destinatario” (pag. 7) oltre all’intento di legare la poesia alla lotta di classe sembravano agevole un’osmosi fra il mio vissuto politico di quegli anni e la zona poetica messa da parte. La crisi della politica in quel giro d’anni – il movimento del ’77 alla ribalta – non era ancora precipitata giù dal dirupo sul cui ciglio però si protendeva pericolosamente. La zona poetica poteva ancora apparire contigua ad essa, un campo inesplorato ma “nostro”.

1 Commento

Archiviato in APPUNTI

Una risposta a “Nei dintorni di G.Majorino
2001/1

  1. Anonimo

    Quanti errore sono stati fatti nel passato da tutti i partiti politici , comunque si viveva bene, speravo nella sinistra e ci credevo ma mi hanno delusi ed ognuno pensa a se ed è questo il disastro…..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...